Diventa anche tu un protagonista della lotta al dolore, sostieni ISAL con il tuo 5×1000

Ti chiedo un po’ del tuo tempo per parlarti della Fondazione ISAL, un Istituto di Ricerca e Cura sul Dolore Cronico nato nel 1993 a Rimini per aiutare chi soffre di patologie dolorose croniche, che in Italia colpiscono più di 13 milioni di persone. Il suo Presidente, il Prof. William Raffaeli, ha partecipato all’elaborazione della Legge 38 del 15 marzo 2010 dedicata alla terapia del dolore e alle cure palliative.
ISAL è impegnata nella ricerca e cura sul dolore complesso e non trattabile, ed opera con i suoi ricercatori, medici e psicologi in collaborazione con numerosi istituti scientifici e centri di eccellenza in Italia e all’estero, quali l’Istituto San Raffaele Pisana di Roma, la Fondazione Policlinico Universitario A. Gemelli IRCCS e Azienda Ospedaliero Universitaria Pisana o lo Sbarro Institute for Cancer Research and Molecular Medicine di Philadelphia e la Saint Louis University.
ISAL è membro di istituzioni europee, con cui opera per la divulgazione della cura del dolore. Nel 2009 ha dato vita alla campagna internazionale “Cento Città contro il Dolore” per sensibilizzare e informare la popolazione sulla prevenzione e sulla cura del Dolore Cronico.
ISAL è diffusa in tutta Italia con le sue 27 sezioni in cui medici e volontari donano il loro tempo e la loro competenza per le persone con Dolore Cronico.
Finora, come puoi capire, molta strada è stata fatta in questo campo, ma il cammino è ancora lungo e, per procedere negli studi e nella ricerca, servono risorse.
Il tuo contributo sarà destinato al sostegno delle seguenti attività:

  • alle borse di studio di ricerca per lo studio dei biomarker del dolore già attivo con l’Università della Sapienza di Roma;
  • mantenimento dello Sportello Dolore per il sollievo alle persone con dolore incurabile.

Per il tuo gesto, indispensabile per sconfiggere la Sofferenza da Dolore Cronico, un GRAZIE a nome del Presidente Prof. William Raffaeli e di tutte le Persone e i Volontari che operano in ISAL.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

3 × uno =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.