Grande successo per la 3a edizione di “In bici contro il dolore”

Il grandissimo successo della 3a edizione della passeggiata cicloturistica “In bici contro il dolore”, svoltasi sabato 14 settembre a Sulmona, è testimoniato dai 400 ciclisti partecipanti e rappresenta il giusto premio per il notevole impegno profuso dal Prof. Gianvincenzo D’Andrea, Presidente dell’Associazione Amici della Fondazione ISAL, e da tutti i suoi collaboratori.
Tutto è stato organizzato in modo impeccabile: dall’accoglienza al village prima della partenza (con la consegna di uno straordinario pacco gara) ai fantastici punti ristoro con un’amplissima varietà di prodotti tipici (latticini, formaggi, salumi e dolci strepitosi). Infine, come gustosissima conclusione, il pranzo con menù gourmet offerto all’arrivo nella splendida location del Meeting Garden dell’Hotel Santacroce.
“È stata una giornata memorabile per i partecipanti che hanno risposto, in modo superiore alle aspettative, al mio invito di stare al fianco dell’Associazione Amici della Fondazione ISAL nel suo impegno a favore dei malati di dolore cronico” – afferma il Presidente D’Andrea – “Ed è stato, inoltre, uno spettacolo entusiasmante vedere il numeroso pubblico che, lungo le strade della citta di Sulmona e del parco Nazionale della Majella ha visto sfilare il serpentone bianco dei ciclisti che indossavano la maglia con lo slogan Io sono contro il dolore.
Se l’obiettivo della 3a edizione di “In bici contro il dolore” era la sensibilizzazione sociale al problema del dolore cronico e la promozione della cultura della terapia del dolore, ebbene: non c’è dubbio che l’obiettivo sia stato raggiunto!
Il Presidente D’Andrea conclude dicendo che: “La conoscenza della Fondazione ISAL è aumentata e di certo anche i sostenitori delle sue attività, e di ciò non posso che essere felice. Sono sicuro che la mia soddisfazione per questo bellissimo risultato sia condivisa da tutte le aziende del territorio del Centro Abruzzo che hanno voluto generosamente manifestare il loro sostegno all’evento e all’Associazione Amici della Fondazione ISAL”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.