Le storie di Paola: La storia di Silvia

Ciao a tutti,
eccoci come ogni settimana con i problemi che ci assillano: paura, incomprensione, solitudine, rischio per il mondo del lavoro, necessità di rivolgersi al privato nella speranza di essere ascoltati. Insomma le storie sono tante, ogni persona è differente, ma i problemi si ripetono quasi instancabili e perpetui.
LA STORIA DI SILVIA

Nel febbraio 2019 vengo ricoverata per un ascesso di un linfonodo in gola, risoltosi con una settimana di antibiotici…dimessa e felice…Dopo un mese avverto dolori all’occhio destro. Mi sono recata più volte al pronto soccorso, ma dopo circa un mese i dolori si diffondono alla regione lombare e ai talloni, come spilli. Ancora mi reco più volte al pronto soccorso. Qui mi somministrano della morfina, ma dopo un’ora tutto torna come prima, quindi mi applicano anche un cerotto di fentanyl che, tuttavia non mi dà beneficio . Così, presa per pazza, vengo invitata a consultare uno psichiatra. Nel frattempo i dolori ricominciano e inizio il calvario delle visite private. Mi hanno valutato due ortopedici, un ematologo, un infettivologo, dei neurologi, quattro reumatologi che escludono malattie autoimmuni. Assumo per tre mesi  duloxetina e contralmal e viene esclusa la fibromialgia. Per un certo periodo continuo anche l’assunzione di morfina che ho sospeso ormai da un anno in quanto inefficace. Attualmente i dolori sono sparsi un po’ in tutto il corpo: coccige , osso sacro,  spalle, testa, mandibola. Mi hanno richiesto una pet e due scintigrafie che sono risultate negative. Mi sono rivolta privatamente anche a due centri del dolore, ma né le infiltrazioni effettuate, né l’ozono terapia sono servite a nulla. Tra poco tempo dovrei ritornare al lavoro, ma ho tanta paura di non riuscire. L’ultimo neurologo consultato mi ha fatto diagnosi di ” dolore cronico ”  consigliandomi di provare un approccio terapeutico con un osteopata.  Purtroppo questo dolore ti toglie la voglia di vivere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: