Numero 3 – marzo 2012

Il consuntivo dell’ultimo anno di Fondazione ISAL è stato tratteggiato da un grande numero di attività. Un inequivocabile segno di vitalità, ma anche di consolidamento dell’ambizioso progetto “Cento Città”. Fra tutti, due sono stati gli eventi che hanno caratterizzato il 2011.

Il prestigioso Forum Internazionale sul dolore cronico, tenutosi nella prestigiosa Sala delle Colonne della Camera dei Deputati a Roma e la Giornata Nazionale che ha visto la folta e convinta partecipazione delle sedi territoriali.Due momenti che hanno reso ancora più visibile il percorso che Fondazione ISAL ha sempre perseguito, fin dalla sua nascita: il confrontoA un anno dalla sua attivazione, il call center specialistico a sostegno dei possessori di CartaBCC che soffrono di dolore cronico si conferma come un valido e prezioso aiuto. Un’intuizione che, giorno dopo giorno, aggiunge concretezza agli obiettivi di Fondazione ISAL.
In questo scenario, va apprezzata la fusione di FederDolore con SICD (Società Italiana dei Clinici del Dolore). Un’alleanza strategica, sia in termini di rappresentanza che sul fronte scientifico.
 
Da questo numero, inizia la collaborazione con i pazienti. Le loro esperienze diverranno un autentico momento di dialogo e un modo per condividere sogni e speranze. fra le diverse esperienze scientifiche e il contatto con le persone secondo un autentico spirito di servizio.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: