Comitato ISAL per la divulgazione scientifica

Mission: Il comitato ISAL per la divulgazione scientifica coinvolge un gruppo multidisciplinare di clinici e ricercatori impegnati nella cura e nello studio del dolore cronico. L’obiettivo è avvicinare la scienza ai cittadini e contrastare le fake news sul dolore attraverso tre apposite rubriche:

  • In science we trust: la ricerca scientifica è spesso vista come qualcosa di molto astratto e lontano, e non sempre riesce ad acquisire la fiducia dei cittadini. L’obiettivo della rubrica “In science we trust” è rafforzare la fiducia della società nella scienza, divulgando le notizie in modo accessibile ed evidenziando le ricadute pratiche che ogni nuova ricerca o scoperta sarà in grado di offrire. Clicca sull’immagine qui sotto per vedere tutti gli articoli della rubrica!

  • Le vostre domande, le nostre risposte: per avvicinare la scienza ai cittadini è fondamentale anche dar voce alle persone, ai loro dubbi, alle loro domande e ai loro bisogni in modo diretto. “Le vostre domande, le nostre risposte” sarà dunque uno spazio di ascolto e approfondimento basato su un dialogo interattivo. Chiunque lo desideri, potrà porre una domanda ai membri del nostro comitato scrivendo a isal@fondazioneisal.it. Le risposte saranno pubblicate sul nostro sito e sui canali social, e potranno dare il via a un dibattito allargato sul tema. Clicca sull’immagine qui sotto per vedere tutte le nostre risposte alle vostre domande!
  • E pur si muove!: Questa frase pronunciata da Galileo è entrata nella storia. Ma Galileo pronunciò veramente questa frase? Sembrerebbe di no! In realtà gli fu attribuita nel 1757 dallo scrittore Baretti, nell’antologia che difende le teorie dello scienziato. Una bella fake news entrata nella storia! La rubrica “E pur si muove!” avrà proprio l’obiettivo di contrastare le numerose fake news sul dolore, pubblicando al riguardo opportuni chiarimenti e spiegazioni per evitare che le persone possano incorrere in strategie terapeutiche non basate su evidenze scientifiche. Clicca sull’immagine qui sotto per vedere tutti gli articoli della rubrica!

Ogni rubrica ha una frequenza di pubblicazione caratterizzata da una cadenza mensile fissa, ma notizie aggiuntive sono pubblicate in caso di importanti novità.

Composizione:

  • Eleonora Balzani – Laureata in Medicina e Chirurgia, specializzanda in Anestesia, Rianimazione e Terapia del Dolore presso l’Università di Torino. Studia l’uso della farmacogenomica e dell’epigenetica applicato alla somministrazione degli oppiacei, la valutazione di patterns nella fibromialgia, l’applicazione della nutraceutica nel dolore pelvico cronico e il management del dolore acuto postoperatorio.
  • Antonello Bonci – Il Prof. Antonello Bonci, uno dei leaders mondiali nel campo della Neuropsicofarmacologia, dal 2019 è il Coordinatore dell’attività di ricerca della Fondazione ISAL. Già Professore Ordinario di Neurologia all’Università della California, San Francisco (UCSF) fino al 2010, e Direttore Scientifico del National Institute on Drug Abuse (NIDA), è dal 2019 founder ed Executive Chairman del Global Institutes on Addictions a Miami.
  • Sara Ilari – Laureata in scienze biologiche all’Università di “Roma Tre”, dottorata in Tossicologia ambientale, cellulare e molecolare all’Università “Magna Graecia”, studia il coinvolgimento dei radicali liberi nella risposta algogena, con particolare riguardo allo sviluppo e sperimentazione di nuove classi di farmaci di sintesi e naturali per la gestione del dolore.
  • Valentina Malafoglia – Laureata in biotecnologie mediche all’Università di Perugia, ha svolto il dottorato di ricerca a Philadelphia, presso il College of Science and Technology, Temple University. Negli States ha contribuito allo studio di modelli di laboratorio alternativi ed innovativi nell’ambito del dolore. Attualmente lavora all’IRCCS San Raffaele Pisana di Roma, per la Fondazione ISAL, occupandosi della ricerca dei biomarkers per il dolore cronico.
  • Michael Tenti – Psicologo clinico e specializzando in psicoterapia, è autore del libro “Il dolore cronico come esperienza bio-psico-sociale”. Collabora con Fondazione ISAL dal 2018, occupandosi di progettazione e ricerca, del Corso di Alta formazione in Psicologia del dolore e dello sportello ISAL gratuito di ascolto e aiuto psicologico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: