100 citta’ contro il dolore

Il progetto “100 città contro il dolore” si propone di:
Sensibilizzare e informare la popolazione sul tema del dolore
Riconoscere il dolore cronico come malattia da prevenire e curare
Sostenere le iniziative sanitarie volte a prevenire e gestire la cronicità
Rendere rimborsabili i farmaci e disponibili gli strumenti di diagnosi e cura
Promuovere la raccolta di fondi per la ricerca
Favorire un percorso formativo specialistico
Chiedere ai media di dare il loro contributo nella battaglia contro il dolore

Oltre 12 milioni di italiani soffrono di dolore cronico. Mal di schiena, emicrania, artrosi, nevralgie, dolori alle articolazioni, fuoco di sant’Antonio, sono alcuni degli esempi di malattie caratterizzate da dolore cronico. Il dolore costa all’economia nazionale 3 milioni di ore lavorative e oltre 3 milioni di euro in farmaci e prestazioni.

Il 30 giugno 2009 la Fondazione ISAL, con il patrocinio del Senato e del Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali, ha dato vita al progetto “Cento città contro il dolore”. Un’azione concreta per dare voce ai bisogni delle persone colpite dal dolore cronico. Lo scopo del progetto di Fondazione ISAL è quello di sviluppare una rete di solidarietà, scientifica e sociale, che metta in collegamento i medici che si occupano di terapia del dolore cronico e oncologico e i cittadini che soffrono.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

dodici − 8 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.