Il corso “Impianto e Gestione degli Accessi Venosi Centrali a Breve e Medio Termine” a Benevento azienda ospedaliera “Gaetano Rummo”

Proseguono le attività formative per il 2016 promosse  dall’Associazione “Amici di ISAL” sede territoriale  di Benevento in collaborazione con   l’Azienda   Ospedaliera   “Gaetano Rummo” di Benevento.

Oggi e domani (25-26 Febbraio 2016) si svolgerà presso la Sala Operatoria multidisciplinare del A.O. Rummo di   Benevento   un   Corso Teorico-Pratico dal titolo ”Impianto e Gestione degli Accessi Venosi Centrali a Breve e Medio Termine”.

Nell’attività didattica la dott.ssa Rosanna Petrucci, responsabile scientifica del corso, sarà coadiuvata dai dottori   Maria Di Pietro e Vincenzo Palmieri e dall’infermiere Raffaele Iennaco.
Finalità   del   corso   sarà   quella   di   fornire   i   fondamenti     teorico-pratici   sulle indicazioni,tecniche,   e   complicanze   dell’impianto   di   cateteri   venosi   centrali   ad accesso periferico (PICC)   e dei cateteri  periferici lunghi definiti MID-LINE.

Alla parte teorica che sarà affrontata nella prima giornata del corso, seguirà una parte pratica nella seconda giornata in sala operatoria con incannullamenti sotto guida ecografica  su manichini medici.
L’evento  ECM accreditato vedrà la partecipazione di corsisti provenienti da tutta la Regione Campania  con  la presenza di un PICC Team già istituzionalizzato ed in fase di formazione e aggiornamento. 

Numerose altre iniziative di formazione sono previste nell’anno 2016. 

Una novità sarà  rappresentata da un modulo  teorico-pratico relativo alle  patologie della colonna vertebrale.

Il corso, programmato per il secondo semestre dell’anno, metterà   in   evidenza   tutti   i   trattamenti   farmacologici   e   strumentali   relativi   al complesso dolore a carico della colonna cervicale e lombo-sacrale.

Una sezione particolare sarà dedicata alle indicazioni chirurgiche, quando queste ultime risultano di prima scelta per la risoluzione della condizione clinica.

Il dolore cronico è esso stesso malattia  e come tale condiziona negativamente la vita delle persone che ne sono colpite nonché e quella dei loro familiari.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: