Biciclette contro il dolore sostiene quest’anno il progetto Un sorriso per chi soffre.

Lo storico appuntamento Biciclette contro il dolore, iniziativa supportata da un grant incondizionato di Grünenthal Italia, in collaborazione con Fondazione ISAL, si sta avvicinando. In questa occasione medici, farmacisti, operatori sanitari e membri di associazioni di pazienti salgono in sella per sensibilizzare l’opinione pubblica sul diritto a non soffrire e sulle possibilità di cura del dolore garantite a tutti i cittadini.

Quest’anno l’evento è arricchito da ulteriori azioni e scopi: c’è infatti tempo fino al 17 settembre, giorno in cui si svolerà la IV edizione di Biciclette contro il dolore per mettere un “like” sul post dedicato all’iniziativa “Un sorriso per chi soffre” sulla pagina Facebook di Bicilette contro il dolore (Link)

Ogni 1000 like sarà donata una giornata di “Soccorso-Clown” a un ospedale pediatrico italiano.

Il dolore infatti non deve essere accettato con rassegnazione, ma combattuto con le valide opzioni terapeutiche disponibili; questo vale non solo nel paziente adulto, ma soprattutto per quelle categorie di soggetti particolarmente fragili, come i bambini, che spesso hanno difficoltà a descrivere la propria sofferenza e che pertanto scontano una situazione di maggior sottotrattamento. Nei piccoli pazienti che affrontano una degenza in ospedale, alla sofferenza fisica spesso si aggiunge quella psicologica dovuta alla permanenza in un luogo non familiare. “Un sorriso per chi soffre” è dedicato proprio a loro, donando agli ospedali pediatrici giornate di Soccorso-Clown, affinché professionisti dell’arte del teatro e del circo possano regalare un sorriso a questi pazienti speciali.

Siamo molto orgogliosi del progetto Un sorriso per chi soffre che quest’anno darà una marcia in più alla nostra storica iniziativa Biciclette contro il dolore – commenta il professor William Raffaeli, Presidente della Fondazione ISAL. Quella del 2016 non sarà solo una giornata di sport in cui far sentire a tutti i pazienti alle prese con le diverse forme di dolore cronico che non sono soli nel proprio percorso di cura, ma anche l’occasione per informare l’opinione pubblica sul dolore dei più piccoli, purtroppo spesso sottodiagnosticato e sottotrattato.

La nostra azienda da tempo è impegnata in diverse attività di responsabilità sociale, dichiara Thilo Stadler, General Manager South Europe and Nordics di Grünenthal. Riteniamo infatti doveroso contribuire ad alleviare il dolore non solo sviluppando soluzioni terapeutiche innovative, in grado di rispondere alle esigenze di cura dei pazienti, ma anche con iniziative di sensibilizzazione e di promozione degli sforzi portati avanti da diverse organizzazioni non profit. Già in occasione della nostra partecipazione alla Maratona di Roma abbiamo supportato la onlus Abbraccio, che opera al fianco dei bambini disabili e delle loro famiglie. Sostenendo ‘Un sorriso per chi soffre’ intendiamo rinnovare il nostro impegno a tutela dei più fragili.

Siamo molto contenti che quest’anno Biciclette contro il dolore sostenga Soccorso clown, l’organismo pioniere della clown-terapia in Italia – dichiara Yuri Olshansky, direttore generale onlus. Dall’inizio dell’attività abbiamo visitato circa 800.000 tra bambini, genitori, familiari e anziani. Attualmente siamo presenti in Toscana e a Roma con circa 40 professionisti, ma la speranza è sempre quella di poter crescere  ancora e portare sorrisi anche in altri ospedali d’Italia. Siamo orgogliosi di poter condividere e credere in questo obbiettivo insieme a tutti voi

Sostenete il progetto con un like! Non costa nulla ma il suo valore è prezioso!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: