Fondazione ISAL al Patients’ Forum di Bruxelles

Diciotto paesi europei, trentotto associazioni civiche di pazienti e nove ministeri della Salute: sono i numeri degli attori coinvolti nella “Ricognizione civica a livello europeo su attenzione al dolore e diritto ad evitare sofferenze inutili”, la cui seconda edizione sarà presentata e discussa a Bruxelles il 22 e 23 ottobre, all’interno del Patients’ Forum. Un appuntamento fondamentale per la sensibilizzazione delle istituzioni europee sul diritto a non soffrire, a cui Fondazione ISAL parteciperà tramite la presenza del presidente William Raffaeli

L’appuntamento, organizzato da Active Citizenship Network (ACN) e Pain Alliance Europe (PAE), sarà l’occasione per sviluppare raccomandazioni civiche per migliorare la qualità delle cure per pazienti affetti da dolore cronico non oncologico. Il report e le raccomandazioni, stilati all’interno del progetto “Percorsi per non soffrire e raccomandazione civica sul dolore cronico”, saranno poi inviati alla Commissione e al Parlamento Europeo.

La prima versione del report era stata presentata il 15 maggio alla presenza di 182 associazioni e società scientifiche nazionali e internazionali che si occupano di dolore, protagoniste del quarto simposio internazionale della Societal impact of pain (Sip).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: