L’olio Fontedoro in prima linea per la ricerca

Un olio genuino, che nasce a Moscufo sulle colline pescaresi tra l’Adriatico e il Gran Sasso. Un prodotto d’eccellenza, creato da una piccola realtà a conduzione familiare, che cura con attenzione massima il suo lavoro. L’azienda olivicola di Michelino Di Francesco, in occasione della Giornata mondiale Cento città contro il dolore del 27 settembre, ha deciso di sostenere la Fondazione ISAL con una donazione di 2200 confezioni del suo olio extravergine d’oliva Fontedoro, che verranno distribuite in ceste solidali insieme ad altri prodotti tipici abruzzesi. Il ricavato sarà utilizzato per finanziare la ricerca scientifica sul dolore cronico.

L’azienda è nata nella prima metà dell’Ottocento ed è stata tramandata di generazione in generazione fino a oggi – racconta il figlio del proprietario, Sandro Di Francesco –. I nostri terreni si estendono su 10 ettari ad un’altitudine di 246 metri, un ambiente ideale per la coltivazione dell’ulivo. In totale abbiamo circa 1500 piante, tutte della varietà Dritta, tipica abruzzese, vincitrice quest’anno del primo premio al concorso ‘Sol d’oro’ di Verona . La nostra scelta è quella di rivolgerci a una nicchia di persone: all’anno riusciamo a produrre al massimo 4000 litri di olio”.

L’olio extravergine Fontedoro è ottenuto con spremitura a freddo attraverso un moderno sistema di  molitura denominato a ciclo continuo. La lavorazione delle olive avviene così in totale assenza d’ossigeno, il che permette di concentrare i profumi della spremitura nell’olio stesso. Si crea così un prodotto con un aroma ed una corposità maggiore, durevole nel tempo e che mantiene intatte tutte le caratteristiche organolettiche.

Abbiamo conosciuto ISAL grazie a Gianvincenzo d’Andrea, il coordinatore della Fondazione in Abruzzo, che è nostro cliente da tanti anni – continua Di Francesco –. È stato lui a proporci di aderire all’iniziativa del 27 settembre, e noi abbiamo accettato di buon grado. Abbiamo avuto anche l’occasione di incontrare il presidente William Raffaeli, che ci ha illustrato tutto il progetto. Condivido pienamente gli obiettivi della Fondazione e sono felice di potervi dare il mio contributo”.

In occasione della Giornata del 27 settembre, l’azienda ha regalato alla Fondazione ISAL 400 litri di olio. A questi si aggiungono altri 26 litri per Biciclette contro il dolore, la pedalata non competitiva di solidarietà riservata a medici, farmacisti e operatori sanitari, che si è svolta sabato 6 settembre sull’Appennino parmense.

Abbiamo creato dei mini brick con l’etichetta personalizzata con il logo dell’ISAL – conclude Sandro Di Francesco –. Mi piacerebbe cogliere l’occasione per invitare gli amici della Fondazione a visitare l’azienda in ottobre e magari partecipare alla raccolta delle olive”.

Chi fosse interessato, può mandare un’e-mail a olio.fontedoro@gmail.com.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: