Les Sables, medaglia di bronzo per il velista ISAL Michele Zambelli

Michele Zambelli, il giovane skipper forlivese testimonial della Fondazione ISAL, dopo il titolo di campione italiano si è aggiudicato a bordo del suo Proto Fontanot 788 il terzo posto della Les Sables-Les Acores–Les Sables, la regata più impegnativa del circuito internazione Classe Mini 650.

La regata, suddivisa in due tappa da 1270 miglia circa, ha visto la partenza della prima manche da Les Sables d’Olonne il 20 luglio, per raggiungere il porto di Horta nelle Azzorre. Dopo qualche giorno di stop, il 6 agosto gli skipper dei Mini 650 sono partiti per la tappa di ritorno. La formula è sempre la classica del circuito: navigare in solitario e senza supporti tecnologici.

Michele Zambelli nella tappa di andata ha tagliato il traguardo in seconda posizione, preceduto dall’ormai inarrestabile Giancarlo Pedote. Nella seconda manche, lo skipper ha dovuto affrontare condizioni meteo incerte e diversi danni a bordo: durante la prima notte, lo spinnaker di Fontanot si è attorcigliato all’albero e nell’ammainarlo ha portato via l’antenna del Vhf e del segnavento. “Per capire la direzione del vento ho usato il fumo delle sigarette o il dito bagnato come facevano gli antichi” ha dichiarato Zambelli.

Lasciate le isole delle Azzorre, Zambelli a portarsi al secondo posto seguito da Pedote. Il passaggio di Bertha, la tempesta tropicale che ha costretto il comitato a posticipare la partenza da Horta di 24 ore, ha portato però condizioni instabili e la sua coda ha creato un mare incrociato impegnativo e colpi di vento oltre i 35 nodi, costringendo gli skipper a ridimensionare le andature.

Zambelli ha deciso di seguire una rotta più a nord che gli permette di affrontare meglio lo stato del mare e il variare del vento, cercando anche di contenere l’avanzata di Giancarlo Pedote e di Nicolas Boidevezi, che ha dominato con diverse miglia di vantaggio.

L’incertezza meteo ha però creato situazioni difficilmente prevedibili e nelle ultime miglia la necessità di ridurre i danni è diventata una priorità. Alle 07:59 di mercoledì 13 agosto, Zambelli e Fontanot 788 tagliano il traguardo de Les Sables-Les Acores-Les Sables, preceduti da Ian Lipinsky per soli due minuti, chiudendo quindi la seconda tappa al 4° posto. In classifica generale, grazie al vantaggio della prima tappa, Michele Zambelli ha conquistato il podio al terzo posto, che con il primo di Giancarlo Pedote, segna un traguardo storico per la vela italiana in un campo che fino ad oggi era appannaggio dei francesi.

Michele Zambelli, socio del Club nautico Rimini e porta bandiera di ISAL, chiude quindi la stagione 2014 con risultati eccellenti e si prepara alla seconda parte del progetto che lo vedrà sulla linea di partenza della Mini Transat nel 2015.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: