“Non soffrire e’ un diritto di tutti”, la campagna ISAL nel centro Abruzzo

Alice e Roberta. Antonella e Domenico. Silvio. Domenico e Augusto. Sono i nomi di alcuni dei testimonial della campagna di sensibilizzazione lanciata dall’associazione territoriale ISAL della Valle Peligna, nell’aquilano: professionisti affermati, imprenditori della zona, artisti che hanno accettato di prestare gratuitamente i loro volti per aiutare ISAL a raccogliere fondi per la ricerca e la cura del dolore cronico attraverso il 5 per mille e per diffondere il messaggio che “non soffrire è un diritto di tutti, il tuo aiuto fa tornare il sorriso”.

La campagna è iniziata il 13 maggio e andrà avanti fino ai primi di luglio con una serie di affissioni nelle strade dei Comuni della valle Peligna, dell’alto Sangro e dell’alta val Pescara, che contano in tutto circa 100mila abitanti” spiega Gianvincenzo D’Andrea, ex direttore di anestesia e rianimazione dell’Ospedale di Sulmona e presidente dell’associazione territoriale ISAL della Valle Peligna.

Cinque i manifesti realizzati, tutti a costo zero  per l’associazione. Gli stessi testimonial, infatti, hanno coperto le spese di stampa e di affissione, mentre lo studio Paradisi di Pratola Peligna, rinomato per le sue fotografie naturalistiche, ha eseguito gratuitamente gli scatti.

Sui poster campeggiano i volti sorridenti di Alice e Roberta Pietrantonj dell’antica casa vitivinicola Italo Pietrantonj, quelli di Antonella e Domenico Santacroce, titolari degli hotel Ovidius e Meeting Santacroce a Sulmona, e di Domenico e Augusto Soprano circondati dai dipendenti del loro autosalone.

In un manifesto c’è una foto di gruppo di 15 avvocati del Foro di Sulmona, in un altro il pittore Silvio Formichetti, ritratto nel suo studio con una camicia sporca di vernice e un pennello in mano, davanti a una delle sue opere.

Abbiamo deciso di puntare su professionisti molto conosciuti del territorio per rafforzare il legame tra ISAL e il centro Abruzzo e farne conoscere le sue attività nel campo dell’assistenza, della ricerca e della cura del dolore” continua Gianvincenzo D’Andrea.

Ma il presidente territoriale di ISAL non si è limitato alla campagna di affissioni. Contando sul sostegno della Federazione Abruzzo e Molise della Banca di credito cooperativo, è riuscito infatti a portare nelle circa 60 filiali della Bcc volantini e depliant per invitare i clienti a sostenere ISAL. Inoltre, ha stretto un accordo con l’emittente regionale abruzzese Radio Mondo, che sta trasmettendo, sempre gratuitamente, una ventina di spot audio al giorno sul 5 per mille a ISAL.

Sto avendo riscontri molto positivi – aggiunge il dottor D’Andrea –, ma quanto riusciremo effettivamente a raccogliere per la Fondazione ISAL con il 5 per mille lo scopriremo solo il prossimo anno”.

Diverse anche le iniziative pubbliche per coinvolgere i cittadini, come la “Giornata del malato” organizzata lo scorso 26 maggio insieme alla parrocchia di Pratola Peligna. “Siamo stati presenti con una postazione e abbiamo avuto circa 500 contatti, distribuendo il materiale informativo sull’ISAL e sopratutto quello finalizzato alla raccolta dei fondi del 5 per mille” conclude D’Andrea.

Guarda i manifesti nella fotogallery su Flickr

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: