Rendicontazione 2014

Al fine di garantire maggiore trasparenza sui fondi raccolti durante la Giornata Mondiale
100 città contro il dolore e sul loro investimento, pubblichiamo sul sito web della Fondazione Isal la rendicontazione della Giornata Mondiale 2014.

La rendicontazione rimarrà disponibile per consultazione nella sezione “Chi siamo” alla voce “Rendicontazione 2014” e verrà aggiornata di anno in anno

Nella rendicontazione della Giornata Mondiale 2014 si evince che il risultato della manifestazione, al netto delle spese sostenute per realizzarla, è pari a 16.648,72 euro.

Tali fondi sono impegnati per il mantenimento di quattro borse di studio:

1)    Borsa di studio della ricercatrice V. M. – Roma Tre, Istituto di ricerca S. Raffaele Roma (Italia). Ricerca sui biomarkers specifici del dolore cronico in pazienti con diverse patologie dolorifiche.
Costo annuo per la Fondazione di circa 22.000 euro.

2)    Borsa di studio del ricercatore V. C. – Department of Neurosciences, Uppsala University (Svezia). Ricerca sulla proteina SLC18A4 e sulla sua influenza nella plasticità sinaptica, nella trasmissione dello stimolo nervoso e nella modulazione dello stimolo doloroso. Costo per la Fondazione pari a 10.000 euro.

3)    Borsa di studio della ricercatrice E. A., PhD in Science, Technology and Humanities. Ricerca sul tema del dolore cronico come malattia, analisi dello status del dolore come patologia partendo dall’analisi della letteratura scientifica internazionale sull’argomento. Costo per la Fondazione pari a 4.926 euro.

4)    Borsa di studio della dottoranda C. M., Faculté des Sciences Sociales, Université de Strasbourg (Francia). Ricerca sulle determinanti sociali del dolore cronico e analisi della percezione dello stato di malattia. Coordinamento organizzativo nazionale e internazionale della Fondazione ISAL . Costo per la Fondazione pari a 11.153 euro

Negli anni la Fondazione, grazie alle donazioni raccolte dall’attività dei volontari Isal, ha potuto realizzare diverse azioni:

1) Acquisto, con i fondi dell’Associazione “Amici di Isal” di Rimini e successivamente con i fondi della Fondazione, dell’ apparecchiatura e dei materiali di consumo per eseguire la Stimolazione Transcranica Magnetica  che viene destinata in comodato d’uso nei Centri di Terapia del Dolore collegati alla Fondazione.
Ad oggi l’apparecchiatura è stata utilizzata per i cittadini del territorio di Area Vasta Romagna (2010/12) e per l’Area vasta Aven, essendo collocata nel Centro di terapia del dolore del Policlinico Universitario di Parma.

2) Sostegno a utenti indigenti (attuali n.2 utenti) per acquisto farmaci non coperti da SSN.

3) Sostegno economico per attività divulgative delle sezioni territoriali “Amici di Isal” e VitaINdolore.

4) Sostegno viaggi membri della Fondazione Isal e membri della ricerca: la Fondazione s’impegna a coprire i costi legati ai viaggi e agli spostamenti effettuati in Italia e all’estero dai suoi membri, al fine di divulgare le proprie azioni e attivare progetti di collaborazione con Istituzioni, Associazioni ed Enti nazionali ed esteri.

In questo articolo è scaricabile il report

Questo articolo rimarrà disponibile per consultazione nella sezione “Chi siamo” alla voce “Rendicontazione 2014”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.