Ricerca sul dolore cronico, il 5 per mille alla Fondazione ISAL

Studiare il dolore cronico, “adottando” giovani ricercatori e formando specialisti che possano portare sollievo a chi soffre. La Fondazione ISAL ha deciso di destinare le risorse raccolte attraverso il cinque per mille alla ricerca scientifica sul dolore cronico. L’obiettivo? Definire terapie e trattamenti per quelle patologie che ancora non ne hanno.

Tre gli studi al momento attivi: uno riguarda una sperimentazione attraverso la stimolazione magnetica transcranica per curare il dolore cronico centrale, che colpisce dal 15 al 30% delle persone che hanno avuto un ictus o una lesione del sistema nervoso. Gli altri due sono delle ricerche genetiche per capire come si sviluppa il dolore cronico, sia in condizioni tumorali che dopo traumi e lesioni del sistema nervoso, e quali siano i fattori di rischio, così da creare difese appena questi si manifestano.

Per destinare il cinque per mille a ISAL basta firmare l’apposito riquadro del Cud, del modello 730 o del modello unico per le persone fisiche, riportando nello spazio sottostante il codice fiscale della Fondazione: 91020540406.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: