Sanità: farmaci cannabinoidi, giunta approva nuova delibera per prescrizione e dispensazione

Pescara, 17 dic. – La giunta regionale, su proposta dell’assessore Nicoletta Verì, ha approvato la delibera che disciplina la prescrizione e la dispensazione dei preparati galenici a base di cannabinoidi, prescrivibili nella terapia del dolore come supporto sintomatico ai trattamenti standard. La delibera modifica ed integra quanto stabilito dal precedente decreto commissariale del 2016.
Il provvedimento va non solo a recepire le novità normative intervenute in materia negli ultimi anni, ma va soprattutto a regolamentare in modo omogeneo l’applicazione delle norme in tutte le Asl abruzzesi, che finora avevano adottato spesso modalità di gestione diverse. 
A seguito dell’adozione della delibera i medicinali cannabinoidi per uso terapeutico potranno essere prescritti sia da medici specialisti del servizio sanitario regionale operanti nei centri autorizzati, che da medici di medicina generale sulla base di un piano terapeutico redatto dal medico specialista. Il rinnovo della prescrizione è in ogni caso subordinato a una valutazione positiva di efficacia e sicurezza da parte del medico prescrittore, in base alla variabilità individuale della risposta al trattamento. 
In caso di terapia in regime di ricovero, è la farmacia ospedaliera ad essere tenuta alla fornitura delle preparazioni, mentre in caso di terapia domiciliare per le indicazioni a carico del servizio sanitario regionale il paziente (che deve sempre essere munito di prescrizione medica su ricettario Ssr e piano terapeutico) potrà rivolgersi alla farmacia ospedaliera della sua Asl di residenza, la quale provvederà direttamente all’allestimento oppure a una farmacia convenzionata sul territorio regionale, in possesso di specifici requisiti, senza alcun onere per il paziente. Per la terapia domiciliare non a carico del servizio sanitario regionale, infine, il paziente (munito di prescrizione non ripetibile su carta bianca, può decidere di approvvigionarsi del farmaco direttamente in una farmacia convenzionata di propria scelta.
Il provvedimento approvato in giunta definisce il fac simile di piano terapeutico regionale per la prescrizione di preparati magistrali a base di cannabis a carico del servizio sanitario regionale, il modello di scheda di segnalazione di sospetta reazione avversa ai prodotti, le indicazioni procedurali sull’allestimento delle preparazioni, la scheda di disponibilità all’allestimento delle preparazioni la cui compilazione è necessario per effettuare una ricognizione sul territorio delle farmacie convenzionate cui il paziente potrà rivolgersi a seconda della tipologia di prodotto prescritto. (REGFLASH) US 191712 

 

DICHIARAZIONE DELL’ASSESSORE VERI

“L’Abruzzo è stata una delle primissime Regioni italiane ad aver legiferato in materia di farmaci a base di cannabinoidi – commenta l’assessore regionale alla Salute, Nicoletta Verì – perché già nel 2014, l’allora governo regionale di centrodestra approvò il provvedimento. Negli anni, però, sono intervenute una serie di modifiche alla legislazione vigente, sia a livello nazionale, che regionale, che hanno causato difficoltà alle aziende sanitarie locali. Il risultato è stato che ogni Asl interpretava la normativa in modo differente, con una disparità di trattamento tra i pazienti che chiedevano di avvicinarsi alle terapie. Con la delibera approvata oggi in giunta, invece, introduciamo una disciplina puntuale, che assicura un’assistenza omogenea su tutto il territorio regionale”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.