Terapia del dolore, al via premio giornalistico “38 volte basta”

Diffondere la cultura della cura e della salute, premiando i giornalisti più sensibili, attenti e preparati. L’associazione Antea indice il premio giornalistico 38 volte basta, che prende spunto dall’omonima campagna contro il dolore cronico finalizzata a sensibilizzare i cittadini sulla terapia del dolore e sui principi sanciti dalla legge 38/2010.

Il premio, promosso con i patrocini, tra gli altri, di Ordine dei giornalisti e Federazione nazionale della stampa, è dedicato a Francesco Marabotto, giornalista dell’Ansa prematuramente scomparso. In pensione da pochi mesi dopo essere stato per anni caporedattore di Ansa Salute, Marabotto era stato insignito, tra l’altro, della Medaglia d’argento della Presidenza della Repubblica come benemerito della sanità pubblica e di molti altri premi e riconoscimenti.

Possono concorrere al premio gli articoli pubblicati tra l’1 settembre 2013 e il 15 ottobre 2014 su testate, cartacee o web, regolarmente registrate. Gli articoli dovranno affrontare i temi delle cure palliative e della terapia del dolore trattando una o più tra le seguenti cinque categorie: qualità della vita dei pazienti e servizi ad essi dedicati; politiche socio-sanitarie e impatto economico; aspetti etici legati al fine vita e tabù della morte; medicina narrativa e storie di pazienti; legge 38/2010 e sue applicazioni.

La scadenza per le candidature è il prossimo 15 ottobre 2014. La partecipazione al concorso è aperta a tutti i giornalisti iscritti all’Ordine. Una giuria guidata dalla presidente di Antea Claudia Monti sceglierà i tre vincitori, a cui verranno assegnati una targa e un premio offerto da un’azienda partner dell’associazione. Per maggiori informazioni, chiamare il numero 06 303321 o inviare un’e-mail all’indirizzo comunicazione@antea.net.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: