Vela, Michele Zambelli porta ISAL sul podio della prima tappa della Transtyrrhenum

Due giorni 10 ore e nove minuti. Questo il tempo di percorrenza della cavalcata in solitario con cui Michele Zambelli, il giovane skipper del Club Nautico Rimini che da quest’anno ha scelto di legare il suo nome alla Fondazione ISAL, si aggiudicato a bordo di Fontanot 788 la prima tappa della Transtyrrhenum 650.

La regata d’altura, organizzata da Achab Yacht Club e Vela Club Termini Imerese, ha impegnato i 9 Mini 650 iscritti in un percorso di 330 miglia, con rotta da Ostia Lido fino Termini Imerese, in provincia di Palermo. Michele Zambelli, dopo la vittoria al Gran Premio d’Italia lo scorso aprile, dove ha corso in coppia con Alberto Bona, ha finalmente potuto testare la sua nuova barca, il Proto Fontanot 788, in solitario.

Domenica 11 maggio al via del comitato di regata, Zambelli ha letteralmente ingranato la marcia lanciando Fontanot 788 in una corsa che lo ha visto subito in testa. Ha guadagnato, ora dopo ora, un vantaggio che lo ha portato fino a 20 miglia dal resto della flotta. Alle 22:09:4” esatte di martedì 13 il taglio del traguardo con oltre 3 ore di anticipo dal secondo.

Le condizioni incontrate sono state un buon campo di prova per Zambelli, che ha toccato medie di 11 nodi di velocità. Il passaggio tra le isole Eolie, con i salti di vento tipici della zona, ha permesso di aumentare il feeling con Fontanot 788, dimostrando che la nuova coppia “funziona”.

Domenica 18 maggio partirà la seconda tappa di ritorno per determinare la classifica finale della Transtyrrhenum con percorso da Termini Imerese a Ostia Lido, per un totale 300 miglia. A Michele Zambelli buon vento da tutta la Fondazione ISAL!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: